Cerca nel blog

venerdì 20 maggio 2016

Il ritratto di Assange nel documentario di Laura Poitras

di Gianni Vittorio Blogger


Dopo il famoso Citizenfour, che raccontava la storia di Edward Snowden con toni quasi da thriller, arriva a Cannes il nuovo film di Laura Poitras.
Risk, presentato il 19 maggio nella sezione parallela della Quinzaine des réalisateurs al Festival di Cannes. Risk è un documentario su WikiLeaks, un’organizzazione internazionale che riceve in modo anonimo e pubblica documenti, spesso coperti dal segreto di stato o dal segreto bancario, e poi li carica sul proprio sito. Ma è anche un ritratto del suo fondatore, Julian Assange. Semplificando, si potrebbe dire che è quando presenta WikiLeaks che Poitras fa la pasionaria, mentre quando rappresenta Assange non lo fa in modo sempre positivo.
Risk, il primo documentario “autorizzato” da Assange, entra anche dentro l’ambasciata ecuadoriana di Londra, dove Assange vive da quasi quattro anni. Per ottenere quest’accesso privilegiato Poitras è entrata in confidenza con Assange e vuole ricordarci che WikiLeaks è la nave ammiraglia di un movimento globale di persone che combattono contro la segretezza intesa come mezzo di controllo e repressione.
E mostra quelli che sono i rischi che si corrono nel fare informazione indipendente, che non scende a compromessi.
http://www.taxidrivers.it/76688/festival/recensioni-film-visti-ai-festival/69-festival-cannes-risk.html





lunedì 16 maggio 2016

L'uomo che non c'era dei Coen chiude la rassegna dell'associazione Fahrenheit 451

Il prossimo 20 maggio chiude i battenti la rassegna dedicata al noir, organizzata dalla Associazione Fahrenheit 451, e lo fa con un capolavoro dei fratelli Coen: l'uomo che non c'era.
Ed Crane è barbiere triste, senza nessuna prospettiva. Sospetta che la moglie Doris abbia una relazione. Per reagire in qualche modo decide di investire denaro nel nuovo business del lavaggio a secco. Estorce quindi la somma di 10.000 dollari all'amico Dave, che poi è l'amante della moglie e, in un raptus, lo uccide. La moglie è l'indiziata numero uno.
Rigorosi, attraverso un umorismo sottile e uno splendido bianco e nero, confermano la passione per il cinema noir. La provincia, le manie dell'epoca, il razzismo, il racket del gioco, tutto è rappresentato ad arte. Grande interpretazione di Thornton qui alla sua prova di maturità.
Il bianco e nero è fondamentale perché i tagli di luce siano più sgargianti di mille colori, e copre la pellicola di una decisa patina di antico che parla di tanto cinema espressionista. La luce è la protagonista della scena, insieme alla macchina da presa... si fissano entrambe su sguardi, su gesti, sulle rughe di un volto. E rendono ogni dettaglio carico di significato.
Un film in cui domina il senso dell'assurdo, tema dominante della poetica dei Coen. Emblematica la frase che l'avvocato dice ad Ed ''più osservi qualcosa, meno la comprendi, perchè l'atto stesso di osservarla la cambia''.
Premio della giuria come miglior regia al Festival di Cannes 2001.
http://www.mymovies.it/film/2001/luomochenoncera/





giovedì 12 maggio 2016

Inaugurato il festival di Cannes 2016 con il film di apertura Café Society


Il Festival del cinema di Cannes, arrivato alla 69esima edizione inizia oggi e si concluderà il 22 maggio. Il poster ufficiale di quest’anno è ispirato a una celebre scena del film Il disprezzo di Jean-Luc Godard, ambientata sul tetto del terrazzo di Villa Malaparte a Capri. A Cannes i film sono divisi in varie sezioni: la più importante è quella dei film in concorso, al cui vincitore verrà assegnata la Palma d’oro. Il Festival di Cannes assegna anche i premi per il Miglior attore e la Migliore attrice, quelli a regia e sceneggiatura, il Premio della giuria e il Grand Prix Speciale della giuria, che va al film più originale. Lo scorso anno la Palma d’oro era andata  Dheepan del regista  francese Jacques        Audiard.
I film che partecipano al concorso principale sono, tra gli altri, Julieta di Pedro Almodovar, The Neon Demon di Nicolas Winding Refn, Elle di Paul Verhoeven, Paterson di Jim Jarmusch, The last face di Sean Penn, American Honey di Andrea  Arnold.
Molti i riflettori puntati sul regista indipendente Jim Jarmush, che abbiamo potuto apprezzare ultimamente con Solo gli amanti sopravvivono.  La sinopsi del film vede Driver-Paterson condurre una vita piuttosto monotona nella cittadina del New Jersey che porta il suo stesso nome. Da conducente osserva la cittadina nei suoi giri di routine, spia le conversazioni dei passeggeri dell’autobus, si appunta delle brevi poesie, porta a spasso il cane, si prende una birra al bar. Al contrario del marito, la vita della moglie Laura è piena di sogni e aspirazioni, ma questa differenza di approcci alla vita non impedisce alla coppia di amarsi profondamente.
Apre il festival il film di Woody Allen
Café Society. Il maestro newyorkese è la terza volta che si trova ad aprire il festival, l’ultima era stata con Midnight in Paris cinque anni fa. Anche questa volta Allen porta il suo pubblico in un viaggio nel passato glorioso dell’America degli anni Trenta, quell’epoca d’oro fatta di club e gangster a New York.


Gianni Vittorio





mercoledì 11 maggio 2016

Pubblicato il nuovo concorso letterario dall'associazione reggina Fahrenheit 451


L'Associazione Culturale Fahrenheit 451 indice il concorso letterario denominato ‘’ Il nord est, un incrocio di sguardi e bicchieri’’, rivolto a tutti gli autori, artisti, fotoamatori, scrittori italiani ed stranieri emergenti con elaborati/opere in lingua italiana a tema.

Il concorso si articola in 2 sezioni: Fotografia  inedita - contest e Prosa inedita (racconto).
Fotografia inedita a tema
La foto deve avere come soggetto un paesaggio, luogo, simbolo del nord est; sono ammessi anche soggetti in primo piano, purchè abbiano come sfondo un paesaggio.
In alternativa è possibile inviare una fotografia che abbia come soggetto un paesaggio che rappresenti l’Italia, senza distinzione di luoghi o regioni (nord, centro e sud).
Prosa inedita (racconto)
E’ prevista la partecipazione con un massimo di 2 opere a tema libero.
Il contest è stato organizzato con la collaborazione dello scrittore Mauro Fornaro, autore presente sul social network Mebook, partner ufficiale dell'evento, e l'associazione Otto Eventi.
Lo scopo dell'iniziativa è anche quella di permettere ai 5800 iscritti della community di potersi incontrare al di fuori della rete. Inoltre sarà un'occasione per illustrare il progetto Mebook - App per la cultura, presentato dal CEO Salvatore Cucinotta.
La premiazione, che avverrà in un locale del cento storico di Verona prevede l'allestimento di una mostra fotografica degli scatti più belli, selezionati da una commissione di esperti, oltre che la premiazione dei vincitori delle rispettive sezioni.
Per tutte le informazioni e per leggere il bando completo è possibile visitare il sito http://www.associazionefahrenheit451.it/






martedì 3 maggio 2016

Cancellati i profili social dei Radiohead: si pensa ad una strategia di marketing

Uno delle più grandi rock band del mondo sta facendo sparire le sue tracce dal web. Gli account sono stati cancellati nel giro di 24 ore. Ma molti pensano sia una nuova strategia di marketing. Infatti già da qualche ora sul profilo Instagram è stata inserito un foto raffigurante un uccello cinguettante.
Potrebbe essere un segnale del tanto atteso nono album del gruppo guidato da Tom Yorke.
A questo elemento si aggiunge il volantino inviato per posta ai fan un paio di giorni prima di sparire dal web, sul quale comparivano le frasi «Sing the song of sixpence that goes - burn the witch - we know where you live».
http://www.wired.it/play/musica/2016/05/03/radiohead-dopo-scomparsa-internet-arriva-teaser/